Grandi risultati al Foro Italico di Roma

Condividi

Due giorni di gare, oltre 700 atleti, tre record Italiani.

Il C2 Open Indoor Rowing Championships, evento organizzato dalla Concept 2 con il patrocinio della Federazione Canottaggio e di Asi, svolto nella Palestra Monumentale del Foro Italico di Roma, è stato una vera e propria festa dello sport con la partecipazione di oltre 700 atleti provenienti da tutta Italia, dimostrando, ancora una volta, al di là dei contenuti agonistici, come l’indoor rowing sia aggregazione, inclusione, con la presenza di atleti portatori di handicap, e di sana competizione.

Fra le performance da circoletto rosso nelle gare dei 500 metri va segnalata quella di Francesco Procaccianti, recente argento ai Mondiali di Parigi, che con il tempo 1’24.5 ha stabilito la miglior prestazione italiana di sempre della categoria 40-49 pesi leggeri.
Non ha smentito le attese il napoletano Gennaro Di Mauro, atleta del Canottieri Napoli e detentore del record del mondo di categoria sui 2000 mt., che ha dominato la gara maschile 19-29 anni, fissando il cronometro sul tempo di 1’19.5 ribadendo di essere qualcosa di più di una semplice promessa del canottaggio italiano.
I riflettori sono andati anche su Antonello Cantera, categoria 50-59, il quale vincendo la prova ha stabilito con il tempo di 1’28.4 la sua miglior prestazione da sei anni a questa parte.

Come sempre in gran spolvero il trentino Emanuele Romoli (cat. 60-69) che ha chiuso con il tempo di 1’33.7.
Come al solito protagonista l’alfiere della nazionale paralimpica e della Canottieri Aniene Daniele Stefanoni che vogando senza l’ausilio delle gambe ha fatto registrare lo straordinario tempo di 1′ 37.3.

Ma le gare non hanno offerto soltanto spunti di grande valore tecnico ma hanno dimostrato, ancora una volta la capacità aggregativa e di inclusione dell’Indoor Rowing.

La giornata è iniziata infatti con le gare riservate ai più piccoli, dagli Under 11, agli Under 14 (premiati alla fine dal campione Gennaro Di Mauro), e con le performance di Helga Weishaupl, atleta di 81 anni, e di Ernesto Conte, avvocato 89enne che ha dimostrato tutta la sua vitalità alle prese con il remoergometro.

Le gare sui 2000 metri hanno entusiasmato il pubblico e regalato performance di altissimo livello come quella di cui si è reso protagonista Benedetto Gentile, atleta della Tirrena Todaro che nella categoria 19-29 maschile ha concluso la sua performance con l’eccellente tempo di 6’15.2 migliore prestazione di giornata.
Da incorniciare anche la prestazione del 26enne Leone Maria Barbaro (Tirrenia Todaro) che ha stoppato il tempo a 6’16.7

Si è confermato sulla distanza lunga Francesco Procaccianti il quale, dopo aver dominato nella sua categoria, 40-49 pesi leggeri nei 500 mt. ha vinto per distacco anche sulla distanza lunga chiudendo con il tempo di 6’41.5.
Fra i più giovani da segnalare l’eccellente prova di Virgilio Sorrentino, categoria 15-16 , che ha staccato tutti chiudendo in 6’35.9.
Nella categoria 60-69 il risultato da circoletto rosso è quello del trentino Franco Valtorta della Prosport che ha stabilito il record italiano di categoria, che già deteneva, con il tempo di 6’57.5.

Dopo le gare che hanno visto in scena gli atleti speciali che hanno dato vita ad una prova dimostrativa applauditissima dal pubblico, sono andate in scena le spettacolari ed attese gare a staffetta.

Fra i risultati spicca il record italiano nella categoria Open pesi leggeri del Fibra Rowing Team (Procaccianti, Carbone, Cantera, Alonzi ) che ha fermato il cronometro a 5’55.5.
La classifica a squadre è stata vinta dal circolo Canottieri Aniene davanti al Circolo Tre Ponti e alla Heaven. Particolarmente nutrita e qualificata la partecipazione degli studenti del Liceo Azzarita che hanno dato vita a prove tecniche di altissimo livello a dimostrazione dell’alto livello di preparazione raggiunto.

Alla manifestazione sono intervenuti il dirigente nazionale Asi Sandro Giorgi che ha effettuato le premiazioni e Roberto Cipolletti presidente di Asi Lazio.

Potrebbero interessarti anche...