Si chiama PittCoVacc il vaccino sperimentale sviluppato da UPMC

Condividi

 

I ricercatori della School of Medicine dell’Università di Pittsburgh, già nel 2003 avevano creato il primo vaccino contro un coronavirus nascente che in quel caso si trattava della SARS, anche se, fortunatamente, non ci fu la necessità di sperimentato sull’uomo perché la SARS svanì da sola; poi in un tempo più recente, nel 2014, hanno sviluppato il vaccino per un altro coronavirus, la MERS.

Adesso i ricercatori del centro di eccellenza nella lotta alle malattie emergenti l’UPMC (University of Pittsburgh Medical Center), coordinati dall’italiano Andrea Gambotto e da Luois Falo, hanno messo a punto il vaccino sperimentale contro il Coronavirus Covid-19.

Si chiama “PittCoVacc”, è il primo descritto in uno studio “peer reviewed”, è stato già testato sui topi con ottimi risultati pari a quelli già ottenuti per la SARS e la MERS.

La chiave per l’immunità è la proteina Spike, mentre il vettore è un cerotto, delle dimensioni di un polpastrello, con 400 microscopici aghi che somministrano frammenti della proteina Spike attraverso la cute dove la risposta immunitaria è più forte.

Fonti/Approfondimenti

https://www.agi.it/scienza/news/2020-04-02/coronavirus-vaccino-test-pittsburgh-8122977/

https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2020/04/02/news/coronavirus_il_vaccino_e_un_cerotto-252966328/

Potrebbero interessarti anche...